logo-header

Istituto Omnicomprensivo Mameli Magnini Deruta

AppLab e iSense

maxresdefault2 4713

Le alunne e gli alunni delle classi terze a.s.19/20, utilizzando la piattaforma AppInventor del Massachusetts Institute of Technology, hanno realizzato applicazioni per smartphone e tablet riguardanti utilità e giochi.

Gli studenti che hanno partecipato sono stati complessivamente 45; a partire da Novembre ’19 e fino a Maggio ’20, l’attività in oggetto ha sfruttato le potenzialità di Google Classroom come strumento di DDI, per condivisione delle risorse didattiche, per l’interscambio e l’archiviazione del materiale prodotto.  Iniziata come attività in presenza, da Marzo ’20, in conseguenza della situazione pandemica, l’utilizzo dello stesso strumento per la DDI ne ha consentito l’uso anche per la DAD, in particolare con Google Meet per le attività sincrone a distanza.

I ragazzi diventano soggetti attivi e non più solo consumatori. Il loro rapporto con il loro smartphone, da passivo ed alienante, diventa attivo e coinvolgente.

Le app, sviluppate dai ragazzi nei due PON AppLab e iSense, possono essere liberamente scaricate ed installate nel vostro dispositivo Android. Non facendo parte di Play Store, le nostre app devono essere preliminarmente autorizzate manualmente dall’utente ( andare su Impostazioni del telefono > Avanzate > Sicurezza > Consenti l’installazioni di applicazioni non ufficiali ).

Screenshot_20210225-083510-2 1468

THE MAGIC WORD

Traduttore inglese e francese: inserisci la parola in italiano, poi clicca su TRADUCI, oppure scuoti il telefono. Apparirà la traduzione in inglese e francese.

Screenshot_20210225-083902 3272

SPACEINVADERS

Storico videogioco. Colpisci l’astronave nemica!

Screenshot_20210225-093629 2766

SNAPCHAT

Scatta, modifica e condividi le tue foto

Screenshot_20210225-095225 1707

PIG MASH

Videogioco: acchiappa il maialino !

Screenshot_20210225-094852 1881

MY AGENDA

Agenda personale: scrivi i tuoi appuntamenti della giornata ( password: 1234 ).

Screenshot_20210225-084438 772

EMOTICON

Condividi le tue emozioni.

Screenshot_20210225-084041 4449

ARIANNA

Navigatore personale GPS.

Screenshot_20210225-083701 3526

Le basi della programmazione; il concetto di algoritmo.

Questo corso propone agli studenti un modo diverso, attivo, significativo ed educativo, di approcciarsi alle nuove tecnologie e di vedere il loro rapporto con il loro smartphone. AppLAb & iSense sono corsi di 30 ore in cui gli studenti hanno imparato a creare app per dispositivi Android, partendo dalla creazione di un algoritmo.
Il concetto di algoritmo è la base della programmazione di qualsiasi dispositivo informatico.
Un algoritmo è un procedimento che risolve un determinato problema attraverso un numero finito di passaggi elementari, chiari e non ambigui. Sono stati proposti alcuni algoritmi di esempio, per risolvere alcune situazioni problematiche della vita di tutti i giorni.
La programmazione costituisce essenzialmente la traduzione e la codifica di un algoritmo per tale problema in programma, scritto in un certo linguaggio, che può essere effettivamente eseguito da un calcolatore, rappresentandone la logica di elaborazione.

meet2-1536x899-1 2643

Il sistema operativo Android, Play Store e Drive.

L’implementazione, cioè la programmazione vera e propria del calcolatore, per dispositivi Android viene fatta in linguaggio Javascript, da parte di programmatori professionisti o comunque esperti del settore. Non è questo il nostro caso, visto la complicatezza del suddetto linguaggio.
Dagli studenti del corso è stato utilizzzato un editor visuale a blocchi, AppInventor appunto, che sfruttando un interfaccia grafica semplice ed immediata, con comandi e funzionalutà simili a Scratch, provvede a tradurre ed esportare il programma in linguaggio Javascript, pronto per essere installato
nello smartphone di ciascun alunno, che utilizzi il s.o. Android.
Per fare ciò, dal pc in cui è stato creato, il programma deve essere esportato in un file repository, Google Drive, a cui lo studente accede in un secondo momento tramite lo smartphone e provvede all’installazione.
Ovviamente l’installazione dell’app creata, non facendo parte di Play Store, dovrà essere preliminarmente autorizzata manualmente dall’utente.
Questo è l’iter che è stato seguito per creare e testare tutte le app che sono state proposte, partendo da una situazione problematica fino ad arrivare al prodotto finale, con gradi di autonomia nella risoluzione del problema via via crescenti.

classroom 4256

AppInventor, che cos’è e come funziona.

App Inventor è un ambiente di sviluppo per applicazioni android, creato da Google, ma ora di proprietà del Massachusetts Institute of Technology.

Questo ambiente di sviluppo fu creato soprattutto per persone che volessero programmare semplici applicazioni per android ad uso personale.  Tali applicazioni possono essere anche pubblicate sullo store di Google, ma durante lo sviluppo è possibile installare le applicazioni inviandole direttamente sul cellulare/tablet tramite WiFi o USB, provarle su un emulatore Android per PC, oppure utilizzare direttamente sul cellulare/tablet la versione online di AppInventor.

Le varie sezioni dell’interfaccia sono:

– Design – creazione dell’interfaccia grafica con inserimento dei vari pulsanti, label, caselle di inserimento testo, immagini e componenti aggiuntivi per attivazione di varie funzionalità ( gps, social media, accelerometro, fotocamera etc..)

– Blocks – programmazione a blocchi per ogni elemento inserito nella sezione Design, seguendo il percorso logico definito dall’algoritmo di base.